Strutture Congressuali

bergamocard

Arte & Cultura

Bergamo è una città dalle origini antichissime. Furono i Romani che, costruite mura e pubblici edifici, fecero della città l'avamposto di un'ampia area di confine, connotando l'insediamento con quella bipolarità tra colle e piano, Città Alta e borghi, che è diventata nel corso dei secoli la principale caratteristica. Più volte devastata e distrutta ai tempi delle invasioni barbariche, Bergamo trovò una relativa tranquillità sotto i Longobardi e i Franchi, ma solo con il passaggio del potere dai vescovi-conti al libero comune, ossia tra il XII e XIV secolo, acquisì l'aspetto che oggi la caratterizza come una città medioevale. Le strette vie, le alte torri, la severità degli edifici, si modellarono con il passare degli anni. Dall'Ottocento in poi il progressivo rinnovamento è stato rapido ed ha coinvolto sempre più la zona del piano, a partire dal quadrilatero della Fiera, di antica origine medioevale, trasformando l'attuale centro nel cuore amministrativo, commerciale e di scambio della città moderna.

La stagione del romanico

La rotonda di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo

Archeologia industriale

Crespi d'Adda e il Parco

Città Alta

Il centro storico, le sue vie, e la sua storia lunga più di mille anni.

I protagonisti

Bergamo, e i suoi i protagonisti: Colleoni, Donizzetti, Lotto e Moroni.

Città bassa

La città moderna, i suoi borghi e i musei.