Strutture Congressuali

bergamocard

Il territorio

Sensori ed Attori

Un territorio di grande operosità, quello di Bergamo, e di grandi realtà imprenditoriali. Un insieme di qualità che ha contribuito a rendere questo capoluogo lombardo uno dei più produttivi d'Italia e uno dei primi dieci quanto a volume nelle relazioni commerciali con il mondo. Un tessuto produttivo particolarmente diffuso e dinamico, una produzione articolata, una forte vocazione all'export: questi i fattori fondamentali di un territorio dove bellezza, storia e arte si fondono con la funzionalità intelligente ed operosa della propria gente, con una sensibilità che ha saputo attendere al mercato ed alle sue evoluzioni.

La crescita dell'aeroporto di Orio al Serio, ed in particolare l'incremento dei collegamenti con i Paesi europei, costituisce il motore dello sviluppo turistico dell'intera area. Nel corso del 2008 si sono registrati 20 nuovi collegamenti internazionali e 3 collegamenti nazionali, in larga parte su rotte portatrici di turismo di vacanza, oltre che di affari. Il fatto che oltre l'80% dei voli siano riconoscibili come low cost, favorisce l'incremento di una domanda turistica nuova per la città e anche per il territorio. Il principale polo di attrazione per il turista dello short break resta la città, con il suo patrimonio culturale e monumentale rappresentato da Città Alta. Qui, nei mesi di maggiore intensità turistica (aprile, settembre, ottobre) si concentra un flusso medio di circa mille visitatori al giorno. Ma non è solo l'intensità dei flussi a fare la differenza rispetto al passato, quanto soprattutto la qualità: almeno il 50% dei visitatori è infatti straniero ed il 70% pernotta e permane nell'area.

Si tratta di dati particolarmente significativi che premiano l'evoluzione che il territorio bergamasco sta perseguendo, divenendo un vero e proprio bene pubblico; un territorio che presenta molteplici identità e potenzialità nel cui ambito si ridefiniscono le personalità di coloro che animano gli scambi, in un ambito dove tutto si muove, tutto tende a nuove trasformazioni.

Da una parte l'innovazione, la ricerca e le nuove tecnologie; dall'altra il recupero di un'identità fatta di paesaggi unici, prodotti tipici, saperi tradizionali, creatività e patrimonio storico: il futuro territoriale di Bergamo si gioca su questi due fronti, due fattori in grado di creare un prodotto unico e dal fascino competitivo